.comment-link {margin-left:.6em;}

ianilo marchesi carcinoma infiltrante scarsamente differenziato

Combatto una malattia al collo nella parte cervicale laterale sinistra, e due tumori ai polmoni. Nel 2006, ho fatto terapie intensive di chemio e 36 trattamenti di radio. Nel 2007 recidiva dei noduli laterocervicali con aumento delle dimensioni, dovendo cosi fare di nuovo trattamenti di chemio. Continuo a combattere, credere sempre. Per scrivermi e ne vuol far partecipe i lettori del blog. ianilo@gmail.com

Le mie foto
Nome:
Località: Riotorto, Livorno, Italy

** La verità alle volte è più vicina di quanto si creda, ed alle volte si può nascondere nelle righe di qualche paragrafo.** Se il mio blog può essere di aiuto a qualcuno, ne sarò felice.

venerdì, agosto 22, 2008

Spaghetti alla bolognese per prevenire il cancro

Ciao, oggi mi sento abbastanza bene, mi son diminuiti i dolori causati dalla lombalgia, e c'è un bel sole caldo che prepara il week end ed inoltrarsi nell'ultima settimana di agosto. E' caldo si, decisamente, fuori sul terrazzo il mio congegno elettronico segna 37,20 gradi e all'interno di casa ho 27,49. Mi sento bene, sto facendo le mie cure, e vado in giro nel web alla ricerca di notizie, come questa:

Oltre ad essere un gustoso pranzo, una bella scorpacciata di spaghetti alla bolognese riscaldati potrebbe ridurre il rischio di sviluppare il cancro. Il segreto sta nel pomodoro, nell'olio e in un po' di calore in piu'.

A rivelare la 'ricetta salutare' assai originale e' stato uno studio condotto da un gruppo di ricercatori della Ohio State University (Usa) presentato in occasione del meeting annuale dell'American Chemical Society a Philadelphia. In particolare, gli esperti hanno scoperto che piu' cicli di riscaldamento -con l'aggiunta di olio- migliorano i benefici apportati dai pomodori.

In pratica, riscaldare gli spaghetti alla bolognese comporta anche l'alterazione della struttura della molecola del pomodoro, il licopene, che viene cosi' piu' facilmente trasportata nel sangue. Il licopene, un potente antiossidante, ha dimostrato di essere efficace nel prevenire i tumori. Inoltre, la molecola sembra avere effetti benefici anche contro diabete e malattie cardiache. In genere, il licopene contenuto nel pomodoro ha una forma diritta e lineare che ostacola la sua capacita' di passare attraverso le pareti intestinali per arrivare nel sangue.

Ma quando il pomodoro viene riscaldato ciclicamente con l'aggiunta di olio, la struttura della molecola viene modificata. Il risultato: la nuova forma facilita il suo passaggio nel sangue. "Quello che abbiamo scoperto", ha spiegato Steven Schwartz, coordinatore della ricerca, "e' che possiamo trasformare la forma della molecola del pomodoro rosso".

Il resto lo fa il licopene. In tutto questo processo, il calore e' di fondamentale importanza, come anche l'aggiunta di alcuni grassi (l'olio), che contribuisce a spingere il licopene ad attraversare le pareti dell'intestino per raggiungere il sangue.

Etichette:

4 Comments:

Blogger aglaja said...

Ciao... Sono capitata qui per caso, e mi sono soffermata a leggere alcuni tuoi post. Sei un uomo davvero coraggioso, e il tuo blog è molto interessante.
Io studio psicologia, e mi piacerebbe molto prendere una specializzazione in psiconcologia :)
Tornerò a trovarti, intanto in bocca al lupo per tutto. Un abbraccio
Angela

agosto 23, 2008 7:53 PM  
Blogger ianilo said...

Grazie della visita, alle volte noi più che un'incoraggiamento abbamo bisogno di verità che non sempre ci vengono date o se date, queste datesenza un minimo di conscenza della natura umana, dei suoi bisogni e delle sue certezze. Bene la tua volontà a prendere una specializzazione in psiconcologia, se ami per davvero gli esseri umani, ricordati che noi siamo un gruppo di disperati al di fuori del mucchio, e che vogliamo aiuto, dove i nostri medici non ce lo possono dare. La tua è una scelta coraggiosa, ti auguro veramente che tu riesca adre una mano a noi malati oncologici. Un'abbraccio dolce dolce
ianilo

agosto 24, 2008 6:11 AM  
Anonymous Mao said...

Ciao Ianilo sono compagno di sventura il mio è un cancro broncopolmonare in terza fase brevemente dopo 2 chemio si è arrestato e oggi dopo la 4a chemio ho avuto la bella notizia di una riduzione deella massa tumorale ! Vorrei esporti come ho intrappreso la mia lotta su più livelli e in particolare :
1)Terapia oncologica..non si scappa contrariamente a mille voci che girano !
2)dieta anticancro vedi questo importante libro di recente ricerca con prefazione del Veronesi indirizzo http://www.liberonweb.com/asp/libro.asp?ISBN=8820041324 e lascia perdere gli spaghetti alla Bolognese ! e vedi anche questo articolo http://espresso.repubblica.it/dettaglio-archivio/791222
3)Medicina Cinese Tibetana di alta tecnologia e non è la solita barzelletta sono prodotti premiati dall'ONU e da associazioni alimentari mondiali http://tianshiitalia.redtienda.net/index.php?PHPSESSID=b266f1f9ecd32dbfc094f6f2674d6bbc a questo indirizzo trovi il libro che ne parla http://www.dimagrirerespirando.net/la-medicina-tibetana.asp
4) metodo Grinberg o altro metodo dove si apprende l'autoguarigione anche questa non è una barzelletta ma reale possibilità del nostro corpo che ha creato la malattia la può anche distruggere http://www.grinbergmethod.com/
5) attività fisica meglio se aerobica
6)Melatonina vedi questi indirizzi DiBella compreso http://www.drpierpaoli.ch/
http://www.pillola.com/gestione/gest_letture/attach1/5675e0394886a44b1597fce81194657e.pdf
qui leggi da " caro collega..."
http://www.videopagine.it/epac/forum/viewtopic.php?t=49&sid=e834677f1a72b72a9264e72437aa57d3
6) ionizzatore dell'aria
Ho avuto anche analisi da persone che a livello mondiale operano nella medicina complementare si dice che il cancro proviene anche da problemi emotivi DA RIMUOVERE e o dall'alimentazione industriale zeppa di elementi cancerogeni ( prove alla mano ) ... aggiungi lo stress sul lavoro e nel mio caso pure il divorzio e la torta è servita.
Altre misure fai analizzare nel sangue la quantità di radicali liberi, di antiossidanti e la membrana cellulare.
Auguri Maurizio mio email personale trenta3@sunrise.ch

agosto 26, 2008 7:39 PM  
Blogger ianilo said...

Uhmmmmm, mi sembri più un pubblicitario che un'ammalato oncologico. :-)), lascio il tuo commento per qualche mio lettore che vuole approfondire gli argomenti e in bocca al lupo per la malattia.
Con cordialità ianilo

agosto 27, 2008 5:21 AM  

Posta un commento

Links to this post:

Crea un link

<< Home

-->