.comment-link {margin-left:.6em;}

ianilo marchesi carcinoma infiltrante scarsamente differenziato

Combatto una malattia al collo nella parte cervicale laterale sinistra, e due tumori ai polmoni. Nel 2006, ho fatto terapie intensive di chemio e 36 trattamenti di radio. Nel 2007 recidiva dei noduli laterocervicali con aumento delle dimensioni, dovendo cosi fare di nuovo trattamenti di chemio. Continuo a combattere, credere sempre. Per scrivermi e ne vuol far partecipe i lettori del blog. ianilo@gmail.com

Le mie foto
Nome:
Località: Riotorto, Livorno, Italy

** La verità alle volte è più vicina di quanto si creda, ed alle volte si può nascondere nelle righe di qualche paragrafo.** Se il mio blog può essere di aiuto a qualcuno, ne sarò felice.

martedì, agosto 05, 2008

Aglio aglio e ancora aglio

Una bella bruschettata sotto una pineta a ridosso delle dune a 10 metri dal mare, magari verso le 5 di pomeriggio seduti in uno di quei punti con tavolaccio e panche, con cicale e vari uccelletti ad accompagnarvi musicalmente, che bel momento sarebbe, e a far da padrone l'aglio con le sue virtù farmacologiche.

Infatti sembra che l’olfatto forse ne risenta, soprattutto quello di chi ci circonda, ma l’aglio è davvero un integratore naturale salvavita: una piccola dose giornaliera è infatti efficace tanto quanto un farmaco nell’abbassare la pressione alta, anticamera di gravi problemi cardiovascolari. Lo conferma un’analisi effettuata da ricercatori dell’università di Adelaide (Australia) su 11 studi internazionali sul tema.

Gli studiosi - che scrivono sulla rivista Bmc Cardiovascular Disorders - si sono accorti che, assumendo polvere di aglio per tre-cinque mesi di seguito, la pressione si abbassa notevolmente soprattutto in chi, prima di iniziare l’esperimento, era iperteso. In alcuni casi, l’effetto raggiunto è stato del tutto sovrapponibile a quello ottenuto seguendo terapie farmacologiche con Ace-inibitori o betabloccanti.

Il principio attivo antipertensivo di uno dei condimenti più noti è l’allicina, sostanza che dona anche quel tipico sapore pungente all’aglio. Per i test scientifici sono stati somministrati fra i 600 e i 900 mg di aglio al giorno, cioè dai 3,6 e i 5,4 mg di allicina. Ma è utile sapere che un testa d’aglio fresca contiene fra i 5 e i 9 mg di principio attivo antipertensivo. Quest’estate via libera dunque a bruschette o insalate di pasta altamente ’aromatiche: è tutta salute.

Etichette:

0 Comments:

Posta un commento

Links to this post:

Crea un link

<< Home

-->