.comment-link {margin-left:.6em;}

ianilo marchesi carcinoma infiltrante scarsamente differenziato

Combatto una malattia al collo nella parte cervicale laterale sinistra, e due tumori ai polmoni. Nel 2006, ho fatto terapie intensive di chemio e 36 trattamenti di radio. Nel 2007 recidiva dei noduli laterocervicali con aumento delle dimensioni, dovendo cosi fare di nuovo trattamenti di chemio. Continuo a combattere, credere sempre. Per scrivermi e ne vuol far partecipe i lettori del blog. ianilo@gmail.com

Le mie foto
Nome:
Località: Riotorto, Livorno, Italy

** La verità alle volte è più vicina di quanto si creda, ed alle volte si può nascondere nelle righe di qualche paragrafo.** Se il mio blog può essere di aiuto a qualcuno, ne sarò felice.

martedì, agosto 19, 2008

Malattia e disperazione

Stamani fra le nostre tanti lettrici, una mi ha scritto molto desolata, perchè purtroppo la tac di suo papà, ha evidenziato un ingrossamento del tumore, e che l'oncologo senza mezze parole gli ha detto che purtroppo ora gli facevano delle cure palliative. Se la prendeva con dio, con i ricercatori, con tutti quei personaggi che girano intorno a questa terribile malattia.

Son con lei naturalmente, lottare, essere guerrieri alla Don Chisciotte, aiutare chi è ammalato, sperare, essere felici quando si vede uno spiraglio di guarigione, avere soddisfazione dal medico di fiducia, anche se raramente ciò succede da quello che mi scrivono, tutto questo è il fardello giornaliero di chi lotta contro il male del secolo.

Noi leggiamo di ricercatori che stanno trovando dei rimedi contro la malattia, ma di contro io ci metto invece le case farmaceutiche che non hanno nessun interesse che si trovi la soluzione, in quanto i prodotti chemioterapeutici gli fanno avere nelle loro casse degli introiti spaventosi. Comunque continuiamo a lottare e sperare, aiutiamoci a vivere con forza e serinità le nostre giornatacce e non disperiamo mai, è la nostra unica ancora di salvezza, la speranza di poter vivere ancora le nostre giornate senza la disperazione nel cuore, e far finta di niente.
Un'abbraccio forte forte a voi tutti

Etichette:

3 Comments:

Anonymous Anonimo said...

conosco tutto questo....l incredulita', il dolore, la speranza e la fede, la rabbia, la non accettazione , il sereno che ti fanno vedere per poco, l impotenza e la totale disperazione.

Vanessa

agosto 19, 2008 12:04 PM  
Anonymous Vanessa said...

E' la fine della mia storia quella scritta prima, spero
non lo sia di nessun altro!

agosto 20, 2008 8:03 PM  
Anonymous raffaella said...

Come la capisco... mi ricorda me a gennaio, quando ti conobbi, Iani... ero sconvolta dal dolore, presa dalla disperazione.
C'è sempre qualcuo che sta peggio, bisogna ricordare questo.
Al suo papà fanno almeno delle cure.
Al mio neanche più quelle!!!
C' chi sapendolo non vuole nemmeno più essere curato, ma a questo punto, se il dolore da sopportare non è eccessivo, ogni giorno in più è un giorno regalato......

Un abbraccio Ianilo

agosto 25, 2008 8:07 AM  

Posta un commento

<< Home

-->