.comment-link {margin-left:.6em;}

ianilo marchesi carcinoma infiltrante scarsamente differenziato

Combatto una malattia al collo nella parte cervicale laterale sinistra, e due tumori ai polmoni. Nel 2006, ho fatto terapie intensive di chemio e 36 trattamenti di radio. Nel 2007 recidiva dei noduli laterocervicali con aumento delle dimensioni, dovendo cosi fare di nuovo trattamenti di chemio. Continuo a combattere, credere sempre. Per scrivermi e ne vuol far partecipe i lettori del blog. ianilo@gmail.com

Le mie foto
Nome:
Località: Riotorto, Livorno, Italy

** La verità alle volte è più vicina di quanto si creda, ed alle volte si può nascondere nelle righe di qualche paragrafo.** Se il mio blog può essere di aiuto a qualcuno, ne sarò felice.

mercoledì, giugno 25, 2008

Una lettrice mi scrive a proposito di aloe

Ciao, come va?
Mio padre risente della prima terapia con taxotere. Venerdì abbiamo passato la serata al pronto soccorso per un piccolo collasso, sembra dovuto ad un calo feroce di pressione, ieri dall'emocromo è risultato che ha i globuli bianchi bassi bassi. Ma non ha febbre, quindi non ce ne eravamo accorti.
gli effetti collaterali purtroppo ci sono e per quanto riguarda i globuli bianchi, tutti noi abbiamo un calo in quanto il midollo spinale che li produce, non riesce a produrne abbastanza in quanto vengono mangiati dalla chemio, in genere dopo una settimana si rimettono a posto. L'aloe sembra che aiuti in questo periodo.


Spero tu le passi meglio.... Mi è arrivata la pianta, anche l'oncologo di mio papà ha detto che non ci sono problemi (in barba al marito!!) e volevo alcune indicazioni:

1) dove la devo tenere? Alla luce, all'ombra, in casa, fuori...?
Io ce l'ho sul terrazzino che ha la mattina ombra e al pomeriggio sole, ma siccome sono piante abituate al caldo credo non troverai problemi di sistemazione.
Annaffiala una volta alla settimana. ricordandoti di non usare le foglie nei due giorni successivi, in quanto impregnate di acqua.

2) il barattolo dove metterò il frullato, come hai fatto a renderlo impenetrabile alla luce?
Io ho preso del nastro isolante scruro e ho avvolto l barattolo, fino a coprirlo per bene.

3) le foglie le posso tagliare solo di mattina presto o anche verso
l'una di notte?
Credo che qui sia tua la decisione, io alle volte le colgo alla mattina alle 4,30, ma poi dovendo frullare ed avendo una famiglia che abita di sopra, non è che sia il massimo, pertanto credo che anche l'orario dell'una sia buono.
Credo che lo farò anch'io.


4) le spine le tolgo prima e poi divido le foglie a listarelle o prima
faccio le listarelle e poi tolgo le spine?
Anche qui sta a te vedere come ti torna meglio, io le tolgo quando ho fatto le listarelle

5) peso prima la foglia (120 gr) e poi la taglio o prima la pulisco
tutta e poi la peso?
La pesi pulita, ma poi dopo un po' di frullati non ti servirà più pesarla come anche il miele
perchè le dosi le imparai a memoria, in quanto non è che si deve guardare i 10 grammi.
Per il miele che sia di acacia mi raccomando.
Allora
2 cucchiai alla mattina 1 ora prima di colazione
2 cucchiai un'ora prima di pranzo
2 cucchiai un'ora prima di cena

NON DEVE PRENDERE NIENTE IN QUEST'ORA, IN QUANTO I PRINCIPI SI ATTIVANO NELLO STOMACO PERTANTO BISOGNA CHE FACCIANO IL LORO CORSO

In bocca al lupo, non sarà miracolosa ma qualcosa fà, devi riuscire a far capire a tuo papà che vincerà sulla malattia anche se il nostro è un male bastardo e duro da vincere.
Un'abbraccio
ianilo

Etichette:

4 Comments:

Anonymous Anonimo said...

Iani pero' nn sei sicuro?
Giorni fa ha scritto....ha detto che FORSE era tardi..non che e' tardi ormai!

Vanessa

giugno 25, 2008 12:08 PM  
Blogger ianilo said...

Mi auguro di cuore che sia come pensi tu. Ciao ianilo

giugno 25, 2008 12:48 PM  
Blogger yocoandra said...

Ciao Ianilo :-*

Ti prego d'inoltrare questo mio commento alla tua amica :)

Anche se scrivo alcune cose forse un po' contrastanti rispetto alle tue non è per darti contro ma è solo un'opinione dovuta a letture ed esperienze diverse.

D'altra parte questa non è una scienza esatta (non è neanche una superstizione però, ci tengo a dirlo).

Credo sia giusto che la tua amica consideri tutte le opinioni e poi scelga da sola la strada migliore da seguire. :)


1) Noi teniamo le piante all'ombra sotto lo stenditoio dei panni (abbiamo uno stenditoio alto e fisso sul terreno, coperto nella parte superiore). Non devono prendere luce diretta.

2) Il barattolo lo avvolgiamo tutto di pellicola di allumino da cucina, con la parte lucida volta verso l'interno.

3) Dal tramonto all'alba va sempre bene, basta che le foglie una volta tagliate non prendano luce diretta.

Noi facciamo la *marmellata* di solito verso le 10 di sera.

4) Noi togliamo prima le spine, penso cmq che sia indifferente, l'importante è toglierle tutte o si rischia di forare lo stomaco.

5) Noi pesiamo le foglie pulite, circa 350g di aloe (grammo più grammo meno non importa, in genere sono tre foglie) con 3 cucchiai di miele e un goccio di grappa di qualità.

Il miele deve essere biologico, noi lo abbiamo di castagno ma è indifferente, basta che non sia di qualità *millefiori* che è lo scarto di tutti i mieli (da cui il nome millefiori appunto).

Mia sorella ne prende 4 cucchiai mezz'ora prima di colazione, 4 prima di pranzo e 4 prima di cena.

Da quando lo prende è migliorata tantissimo (a lei piace pure il sapore) non so se è una coincidenza o se è davvero merito dell'aloe, cmq pure il suo medico non vede controndicazioni quindi andiamo felici avanti :)

Siccome le dono periodicamente i linfociti ho preso a pigliarlo anche io (metà dose).
(A me invece il sapore fa veramente schifo! ;P )

Un bacione e un in bocca al lupo!

Ambra

giugno 25, 2008 2:30 PM  
Blogger ianilo said...

Ciao Ambra e grazie delle tue precisazioni ed esperienze. Ho inoltrato l tuo commento, e come dici giustamente seguirà la via che più gli aggrada, l'importante che lo faccia :-))

Un bacio ed un'abbraccio per le vostre testimonianze.
ianilo

giugno 25, 2008 2:58 PM  

Posta un commento

Links to this post:

Crea un link

<< Home

-->