.comment-link {margin-left:.6em;}

ianilo marchesi carcinoma infiltrante scarsamente differenziato

Combatto una malattia al collo nella parte cervicale laterale sinistra, e due tumori ai polmoni. Nel 2006, ho fatto terapie intensive di chemio e 36 trattamenti di radio. Nel 2007 recidiva dei noduli laterocervicali con aumento delle dimensioni, dovendo cosi fare di nuovo trattamenti di chemio. Continuo a combattere, credere sempre. Per scrivermi e ne vuol far partecipe i lettori del blog. ianilo@gmail.com

Le mie foto
Nome:
Località: Riotorto, Livorno, Italy

** La verità alle volte è più vicina di quanto si creda, ed alle volte si può nascondere nelle righe di qualche paragrafo.** Se il mio blog può essere di aiuto a qualcuno, ne sarò felice.

giovedì, gennaio 31, 2008

Policlinico di Catania: Adroterapia per i tumori degli occhi

Ciao, sono appena ritornato dalla visita medica alla ferita dell'incisione ciste sebacea fattami lunedi mattina, e sembra che ci sia un principio di infezione, mi hanno medicato e mi hanno detto di continuare con gli antibiotici. Ora ci ritorno sabato.

Una notizia per chi ha dei problemi agli occhi:

Il centro di adroterapia oculare per il trattamento delle patologie rare dell’Azienda Ospedaliero-Universitaria Policlinico di Catania è attualmente l’unico Centro in Italia dove è possibile trattare, mediante fasci di protoni, i tumori della regione oculare.

Il Centro è nato dalla collaborazione tra la Struttura Complessa di Radiodiagnostica e Radioterapia, l’Azienda Ospedaliero-Universitaria Policlinico di Catania, i Laboratori Nazionali del Sud di Catania, l’Istituto Nazionale di Fisica Nucleare, il Dipartimento di Fisica dell’Università di Catania. Il Centro è ubicato presso i Laboratori Nazionali del Sud di Catania – Istituto Nazionale di Fisica Nucleare, a poca distanza dall’Azienda Ospedaliero-Universitaria Policlinico di Catania, dove si trova un Ciclotrone Superconduttore in grado di accelerare fasci di protoni fino ad una energia massima di 60 MeV.

Questa caratteristica rende i fasci di protoni presenti nel Centro particolarmente adatti al trattamento radioterapico di patologie neoplastiche di rara frequenza, quale ad esempio, il melanoma oculare.
Il melanoma oculare rappresenta oggi il tumore intraoculare primitivo clinicamente più frequente nell’età adulta. L’incidenza di questa malattia in Italia è calcolata intorno a 350 nuovi casi l’anno.

Proprio per quanto riguarda il trattamento di questa patologia, la adroterapia offre oggi la più valida e conservativa alternativa all’intervento chirurgico radicale di enucleazione dell’occhio, e, a differenza di questo, offre al paziente la possibilità di mantenere un’ottima qualità della vita. Inoltre, questa tipologia di trattamento permette, nella maggior parte dei casi, la conservazione della capacità visiva residua dell’occhio coinvolto dalla neoplasia.

Il Centro di adroterapia oculare, in sinergia con gli interessi scientifici dei Laboratori Nazionali del Sud, si propone di potenziare l’ambito di intervento in campo medico anche ad altre patologie rare di altri distretti corporei. In particolare, il potenziamento d’uso del fascio attuale potrà consentire l’ampliamento alle indicazioni al trattamento dei tumori del distretto di pertinenza otorinolaringoiatrica.
Il Centro è attivo dal mese di febbraio 2002 ed a tutt’oggi sono stati trattati circa 160 pazienti affetti da varie forme di tumore intraoculare. I pazienti provengono da tutte le regioni d’Italia.

http://www.policlinico.unict.it/
http://www.cataniaomnia.it/

Etichette:

0 Comments:

Posta un commento

Links to this post:

Crea un link

<< Home

-->