.comment-link {margin-left:.6em;}

ianilo marchesi carcinoma infiltrante scarsamente differenziato

Combatto una malattia al collo nella parte cervicale laterale sinistra, e due tumori ai polmoni. Nel 2006, ho fatto terapie intensive di chemio e 36 trattamenti di radio. Nel 2007 recidiva dei noduli laterocervicali con aumento delle dimensioni, dovendo cosi fare di nuovo trattamenti di chemio. Continuo a combattere, credere sempre. Per scrivermi e ne vuol far partecipe i lettori del blog. ianilo@gmail.com

Le mie foto
Nome:
Località: Riotorto, Livorno, Italy

** La verità alle volte è più vicina di quanto si creda, ed alle volte si può nascondere nelle righe di qualche paragrafo.** Se il mio blog può essere di aiuto a qualcuno, ne sarò felice.

giovedì, marzo 13, 2008

Immondizia e tumore

Domenica sera ho visto la trasmissione che per me è molto interessante, Report su Rai3 e sinceramente mi son sentito impotente,una nullità, un nulla.

Ho aspettato prima di postare queste mie impressioni, in quanto il post doveva per forza toccare la politica, che non è il topic di questo blog, ma facendo immondizia = tumori, ho deciso di postarlo.
Una cosa è vedere in televisione l'immondezza per la strada, ammucchiata sui marciapiedi, vedere i bimbi andare a scuola, o vedere anziani che si tappano il naso nel passare obligatoriamente vicino a questi cumuli di spazzatura., un'altra è pensare che questi bimbi, questi anziani, queste persone sono a rischio malattie gravissime, che possona cambiare la loro esistenza in modo molto doloroso.

Qui chi ha perso è lo stato e la regione Campania, tutto quel bel territorio napoletano e casertano. Dispiace vedere il fallimento della politica, che qui si tocca proprio per mano.

Due miliardi di euro, spesi in quattordici anni di commissariamento. E per quale motivo? Per nulla, per avere falde inquinate, terreni impraticabili e tumori. La Procura di Napoli ha più volte sequestrato siti altamente inquinati, che in provincia di Caserta ed una parte della provincia di Napoli, sono oltre duemila. Ma poi? Poi nulla. Come si fà ad andare al supermercato e comprare merce magari coltivata vicino a discariche abusive, l’insalata e le fragole, innaffiandole con l’acqua dei pozzi sequestrati a causa dell’alto tasso di inquinamento.

Ho letto che stanno per chiedere al Ministero della Salute che si adoperi per fornire a tutti la possibilità gratuita di controllare il tasso di diossina presente nel sangue umano. Questo consentirebbe di conoscere il rapporto presente nel nostro organismo ed evitare ciò che ad Acerra sta diventando quotidianità: tumori fulminanti.

Spero che tuttosi risolva nel migliore dei modi ed in tempi brevissimi, ma sinceramente con questa Italia partitocratica dove nessuno è mai responsabile di niente ne dubito molto. Mi dispiace molto per i campani.

Etichette:

1 Comments:

Blogger Miche l'esteta said...

piuttosto triste si

marzo 17, 2008 5:08 PM  

Posta un commento

<< Home

-->